lunedì 4 agosto 2014

Risotto alle ortiche con foglie e fiori di borragine.

Una ricetta leggera e depurativa quella del risotto di Ortica con fresche foglie di Borragine e fiori, due piante spontanee molto saporite e salutari: un aiuto dalla natura per il nostro benessere e al contempo due ottimi ingredienti per piatti economici, di grande effetto ma soprattutto buonissimi.

Le proprietà dell'ortica e della borragine e il loro uso in cucina.

L'ORTICA

L'ortica ha riconosciute proprietà depurative, diuretiche e alcalinizzanti; le sue foglie contengono molta clorofilla che conferisce a questa pianta una spiccata proprietà antianemica perché il ferro e l’acido folico di cui è ricca stimolano la produzione dei globuli rossi, per questo è molto utilizzata nell’anemia causata da mancanza di ferro o mestruazioni abbondanti. E' consigliata anche in caso di convalescenza, denutrizione e di esaurimento, perché abbonda di sali minerali quali fosforo, magnesio, calcio, silicio, manganese e potassio e di vitamine A, C e K, che la rendono remineralizzante, ricostituente e tonificante. Svolge un ottima funzione digestiva e grazie alla presenza di tannini possiede anche proprietà astringenti per fermare la diarrea, in caso di colite o dissenteria.
Da sottolineare l'importanza per le mamme che allattano data l'azione galattogena dell'ortica che aiuta nella produzione e secrezione del latte materno.

INFUSO DI FOGLI DI ORTICA: 1 cucchiaio raso di foglie di ortica, 1 tazza d’acqua. Portare l'acqua al bollore e spegnere. Versare le foglie di ortica ben lavate nell’acqua bollente e coprire con un coperchio lasciando l'infuso in effusione per 10 minuti. Filtrare le foglie e bere la tisana lontano dai pasti due volte il giorno per un'azione remineralizzante, antianemica, depurativa e diuretica.

LA BORRAGINE

La borragine è una pianta molto comune che si ritrova ovunque, che tutti conoscono e che le nostre nonne hanno sempre utilizzato in cucina, ma non solo. Viene chiamata la “pianta del buon umore” per le sue proprietà antidepressive, contro le situazioni di angoscia e stress perché stimola la produzione di adrenalina. Gli vengono riconosciute anche un'importante azione depurativa e diuretica per l’alto contenuto di sali di potassi. E’ inoltre emolliente e lassativa. NB: Consumare quantità notevoli di boraggine cruda è sconsigliato per la sua presunta attività epatotossica.
PS: non strappate la borragine che nasce spontanea nei vostri prati... i fiori sono molto ricercati e apprezzati anche dalle api perché ricchissimi di nettare.

I MOLTI USI IN CUCINA DELLA BORRAGINE: le foglie sono ottime fritte in pastella sia nella versione salata che dolce; sono molto utilizzate per riempire la pasta fresca, per insaporire frittate o da aggiungere nella preparazione di minestroni e passati di verdura. Anche i fiori di borragine sono commestibili e possono essere usati, vista la loro bellazza per guarnire e gustare diversi piatti: insalate, torte dolci e salate, risotti e paste. Da sapere che anche dopo la cottura in forno mantengono il loro bellissimo colore. Per preparare un infuso con foglie di borragine procedete come nella ricetta sopra descritta per l'infuso di ortica: perfetta come tisana della buonanotte per i suoi effetti calmanti.


Ingredienti per 4 porzioni:
  • 150 gr di foglie d’ortica
  • 60 gr di foglie di borragine e una manciata di fiori
  • 450 gr di riso per risotti
  • 2 scalogni
  • brodo vegetale q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
Lavate accuratamente le foglie di ortica, quelle di borragine e i fiori (Foto1). Nel frattempo preparate una pentola capiente dove cuocere il riso: scaldate un fondo di olio e ponete uno scalogno tritato a soffriggere. Aggiungete quindi il riso, fatelo tostare brevemente e incorporate man mano il brodo vegetale: in questa fase procedete occupandovi della giusta cottura del riso aiutandovi solo con il brodo, le verdure, sia per non stressarle troppo e per permettergli di mantenere appieno il loro gusto speziato e avvolgente e il più possibile le loro proprietà, verranno lavorate a parte e inserite pochi minuti prima dell'impiattamento.

Mentre il riso cuoce tritate finemente l'altro scalogno e soffriggetelo in una pentola con dell’olio. Aggiungete quindi le foglie di ortica e borragine grossolanamente sminuzzate, aggiustate di sale e fate cuocere per pochi minuti. Lasciate da parte il vostro condimento.

Pochi minuti prima che la cottura del riso si ultimata, unite in pentola il condimento di ortica e borragine, mescolate bene e fate mantecare aiutandovi con un pò di brodo per due-tre minuti circa. Spegnete e se necessario aggiustate di sale.

Servite disponendo su ogni piatto il riso accompagnato da una colorata pioggia di fiori di borragine.

0 commenti:

Posta un commento

 

Mangiaevivibologna Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang